relax

LOGIN     REGISTRATI

  • VISTO DA GAUDENZIO E DAGLI ISCRITTI : OPERA MUSICAL, DIVINA COMMEDIA
    ... A metà del cammino della nostra vita terrena mi ritrovai in una selva oscura poichè avevo smarrito la via diritta...
  • 2
    ... A metà del cammino della nostra vita terrena mi ritrovai in una selva oscura poichè avevo smarrito la via diritta...
  • 3
    ... A metà del cammino della nostra vita terrena mi ritrovai in una selva oscura poichè avevo smarrito la via diritta...
  • 4
    ... A metà del cammino della nostra vita terrena mi ritrovai in una selva oscura poichè avevo smarrito la via diritta...

VISTO DA GAUDENZIO E DAGLI ISCRITTI : OPERA MUSICAL, DIVINA COMMEDIA

LOCATION

Teatro LinearCiak Viale Puglie 26 angolo via Tertulliano, 20137 MILANO

DESCRIZIONE

Week end di grande cultura … tra Tempo di Libri e Divina Commedia … e "...lasciate ogni speranza o voi che entrate …"

La Divina Commedia Opera Musical con regia di A. Ortis e musiche di M. Frisina al Teatro Linear Ciak di Milano è stata decisamente impegnativa ma caratteristica.
Due ore e mezza di grande spettacolo cantato con arie sempre cupe e lente che hanno catalizzato il pubblico in sala dove regnava un silenzio assoluto, segno di un pubblico interessato.
Non si può parlare dei “musical tradizionali” ai quali siamo abituati ma di un’opera che strizza molto l’occhio alla prosa; a mio parere il Gobbo di Notre Dame de Paris di Cocciante era risultato più addirittura scorrevole e canticchiabile.
Qui ci troviamo di fronte ad un testo impegnativo incentrato sulla ricerca della salvezza spirituale di Dante attraverso il cammino tra inferno, purgatorio, e paradiso; un uomo divorato da vizi e passioni ma sempre alla ricerca di quel senso di vita che si trova nell’amore, nel perdono e nell’ascesi spirituale.
L’eterno dilemma: ragione o sentimento? Azioni discutibili ma per le ragioni giuste? Su tutto alla fine trionfa l’amore e il perdono, l’amore che guida Dante verso la sua Beatrice e il perdono di Dante verso se stesso e gli altri.
L’ allestimento scenico è semplice ma funzionale, si va da teli a scomparsa a proiezioni quasi da cinematografo ben integrate a rampe e pedane che salgono e scendono in armonia dando il segno della profondità; bellissimi e colorati i costumi di scena e la rappresentazione iniziale della selva oscura.
Meritatissimi i dieci minuti finali di applausi.
Solo un appunto: forse uno spettacolo di questo calibro meriterebbe un palcoscenico teatrale vero e non un tendone stile circo anche se ieri a temperatura si stava molto bene, anzi forse un po’ troppo caldo … ma forse erano le fiamme dell’inferno che ci riscaldavano.

Da non perdere !

La pensano cosi’ anche le nostre amiche Raffaella e Mirella, inviate da Indentity Plus che ci scrivono cose grandi sia per il nostro operato di prenotazione, modestamente la Mamy e sempre la Mamy … ahahah! Sia per lo spettacolo dove riscontrano estrema maestria nelle scenografie e bravura dei cantati/attori.

Grazie ragazze … di una volta! Ahahah!!!


Non trovi il tuo spettacolo o concerto ? Chiedilo a Gaudenzio.
PRENOTAZIONI SU MISURA: info@goditilavita.it

Articolo di marzo 2018

Segnala ad amico

SEGNALA AD UN AMICO

contattaci x info

CONTATTACI PER INFO

AGGIUNGI AL CARRELLO € 0,00